Federazione Coldiretti Sardegna

Visita il sito Coldiretti Nazionale: www.coldiretti.it

Ricerca nel sito:

Ricerca avanzata

16/03/2020 - N.1

COLDIRETTI. “RESTA A CASA E MANGIA SARDO”: L’INIZIATIVA DI CAMPAGNA AMICA

Campagna Amica aderisce all’iniziativa social #iostoacasa #mangiasardo per sconfiggere tutti insieme il Coronavirus. Ma non per questo si dovrà rinunciare ai prodotti sardi 100%, buoni, sicuri e garantiti della aziende agricole. E’ partita infatti l’iniziativa della consegna a domicilio. A Cagliari, come nei Comuni dell’hinterland, Oristano, Nuoro e Sassari, gli agricoltori e allevatori porteranno, con tutte le cautele del caso e nel massimo rispetto delle prescrizioni del Governo, i propri prodotti direttamente a casa dei consumatori.
I tantissimi affezionati frequentatori dei mercati di Campagna Amica, la maggior parte dei quali chiusi in seguito alle ordinanze dei sindaci (rimangono aperti i mercati di Oristano in via degli Artigiani il martedì, giovedì e sabato, di Abbasanta il venerdì in piazza della Vittoria e di Nuoro in piazza Vittorio Emanuele il martedì e il sabato), non dovranno rinunciare alla qualità e genuinità dei prodotti agricoli. Il servizio è ovviamente aperto a tutti, ed anzi “invitiamo i sardi soprattutto in questo momento di difficoltà sanitaria e di conseguenza anche economica a preferire i prodotti del territorio, i prodotti dei nostri agricoltori e allevatori – è l’appello del presidente di Coldiretti Sardegna Battista Cualbu -. Sui social abbiamo pubblicato l’elenco e i contatti delle aziende che effettuano la consegna a domicilio, ma si può chiamare anche negli uffici delle Federazioni provinciali della Coldiretti per avere maggiori informazioni”.
“E’ un servizio che sta riscuotendo il favore dei cittadini – afferma il direttore di Coldiretti Sardegna Luca Saba -. Stiamo lavorando per implementarli, anche con la collaborazione di alcune amministrazioni comunali per favorire in particolare le fasce più deboli ed a rischio, perché riteniamo che in questo momento è fondamentale restare a casa ma anche consumare prodotti del territorio e quindi freschissimi”.